Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

» Vacanze in Croazia | Isole Croazia

Scroll to top

Top

Vacanze in Croazia

 

Per le tue vacanze in Croazia ti consigliamo tutte le isole, i luoghi, gli eventi da non perdere consigliati dalla redazione di “Isole Croazia”.

 

Consigliati per le tue vacanze in Croazia

  • L’isola di Rab (Arbe): compresa nel Golfo del Quarnaro, è raggiungibile in traghetto daJablanac, centro portuale della costa croata.Grazie al gran numero di spiagge sabbiose, così difficili da trovare in Croazia, per la bellezza dei suoi borghi e per la consistente presenza di strutture ricettive, vanta, ogni anno, di un forte fermento turistico. Il suo territorio è particolare, il contrasto tra leforeste di lecci e pini marittimi al nord e i territori brulli al sud, crea incantevoli panorami e i più variopinti paesaggi, resi ancor più suggestivi dal blu del Mar Adriatico. Le moltissime baie e insenature, bagnate da acque limpide e pulite, sono protette e colorate da una rigogliosa vegetazione tipica del clima mediterraneo, quali giardini di alberi da frutta, olivi, vigneti e campi di cereali. Le spiagge sabbiose sono quasi tutte concentrate presso la località di Lopar, dove si trovano la famosa Paradiso, la più lunga dell’isola, Kastelina, Ciganka, Sahara e Stolac, riservate ai naturisti. Ma l’isola di Rab è anche il posto ideale per per gli amanti del trekking! E’ possibile infatti effettuare passeggiate ed escursioni sul monte Kameniak (408m) punta di tre colline calcaree, che sorge tra la parte settentrionale e quella meridionale dell’isola; nel Parco Komarcar e nei boschi di Kalifront, poco distanti da Rab.
  • Isola di Krk: situata nel cuore del Golfo del Quarnaro, Krk (Veglia) è la più grande tra le isole della Croazia e dell’Adriatico intero, con 410 kmq di superficie e 192 km di costa.Oltre ad essere raggiungibile dall’Italia abbastanza velocemente, trovandosi a circa un centinaio di km da Trieste, e da Fiume, snodo stradale strategico e nevralgico, è anche facilmente accessibile essendo direttamente collegata alla terraferma tramite un ponte. La parte settentrionale è quella meno frequentata dal turismo, sia per la costa, rocciosa e frastagliata, che per la fitta foresta, che ricoprendola interamente ha lasciato spazio a pochissimi insediamenti. Tra le molte baie e insenature della costa settentrionale si trovano comunque spiagge di ciottoli e ghiaia. Quella meridionale, al contrario, conta una maggiore presenza turistica, grazie al gran numero di spiagge disponibili e al piacevole clima mite che la caratterizza. Tra le spiagge più importanti si contano sicuramente, quella di Baska, situata nell’estremità meridionale dell’isola, lunga circa 2000 m e adatta a famiglie e bambini, quelle di StaraBaska e di Punta, molto frequentate e amate, nonché una serie di piccole spiagge ben attrezzate situate nei pressi della Città di Krk.
  • Giochi estivi di Dubrovnik: Ogni anno, dal 10 al 25 agosto, si svolgono i giochi estivi di Dubrovnik, uno degli eventi culturali più importanti di tutta la Croazia. Raggruppano numerosi spettacoli negli scenari più belli della città rinascimentale di Dubrovnik, richiamando i migliori artisti di tutto il paese: attori, musicisti, ballerini, artisti di ogni genere. I giochi rappresentano una contaminazione tra lo spirito rinascimentale e barocco della cittadina e la tradizione creativa, scientifica e intellettuale della Croazia, dando vita ad eventi speciali.
  • Situata nel Sud della Croazia, nella regione Dalmata, Dubrovnik, è la perla della Croazia. La roccia infatti, di cui è quasi interamente formata, disegna forme e colori che lasciano il turista sbalordito. Città elegante, racchiusa tra le mura che da secoli la proteggono, è tappa obbligatoria per chi ha deciso di trascorrere le proprie vacanze in Croazia. Il suo clima mite garantisce un soggiorno piacevolissimo e le sue spiagge soddisfano tutti i gusti, la sabbia si alterna infatti a incantevoli baie di roccia e ghiaia. La storia di Dubrovnik racconta di un’alternanza tra periodi di dominazioni straniere, tra cui quella veneziana e altri di importante sviluppo economico e artistico, in cui rivestiva ruoli commerciali nevralgici nel Mediterraneo, come ad esempio tra il XV e il XVI secolo, quando raggiunse l’apice della propria potenza. Nel 1600 un forte terremoto causò migliaia di vittime e distrusse molte delle costruzioni antiche ricostruite in stile barocco negli anni seguenti. Nel 1991 inoltre i bombardamenti della guerra civile jugoslava danneggiarono fortemente la città ma, ad oggi, la ricostruzione è terminata e Dubrovnik mostra tutto il suo splendore, come testimonia la nomina a patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco. Dubrovnik soddisfa tutte le esigenze del turista, proponendo attività giornaliere, come escursioni organizzate, percorsi di trekking, kayak e rafting, e molti eventi organizzati dalle istituizioni locali molto attente allo sviluppo del turismo. In particolare il Festival estivo, che si svolge appunto nel culmine dell’estate croata, in cui vengono promosse esibizioni e spettacoli culturali. Il consiglio è quindi di sostare più di qualche giorno per godere appieno della bellezza di Ragusa e di passeggiare per ore tra i vicoli e le piazze e ammirare anche i dettagli di questa splendida città che è la “perla dell’Adriatico”.
  • Isola di Pag (Pago) è tra le più suggestive isole della Croazia. Situata nel mare a nord di Zara, si estende per circa 59 km. Nonostante sia un’isola prevalentemente arida e pietrosa i suoi paesaggi sono di rara e preziosa bellezza: il contrasto tra le verdi pinete che si sviluppano a ridosso delle coste, un entroterra brullo e il blu di un mare limpidissimo, offre allo sguardo colorati panorami dal grande fascino. Pag è inoltre curiosa e per i due volti, quasi agli estremi, che ci mostra: una natura selvaggia, deserta e incontaminata da una parte, e spiagge affollate e attrezzate per il turismo di massa dall’altra. Tra le spiagge più famose, la principale è sicuramente è Zrce, che proponendo attività organizzate tutto il giorno, divertimento e una nightlife densa e trasgressiva con club esclusivi è considerata “l’Ibiza croata”, e per questo meta preferita dai giovani. Tra i prodotti principali caratteristici dell’isola troviamo i famosi merletti, il vino bianco Sutica e il formaggio di Pago, pecorino apprezzato in tutta Europa.
  • L’arcipelago delle Kornati, (Isole Incoronate), è un insieme di 147 isole (e una miriade tra scogli e isolotti), quasi tutte disabitate, allo stato selvaggio, incontaminate e ricchissime di luoghi dal grande fascino e paesaggi unici al mondo. Caratterizzate da un paesaggio arido e aspro, praticamente privo di vegetazione, dominato dal bianco tipico della terra brulla e dei calcari, danno vita ad un’incantevole contrasto con il blu delle acque marine. Ad eccezione di qualche piccolo villaggio, composto per altro da poche e isolate case rurali di pietra dei pastori, sviluppati tra baie, insenature, scogliere e canali, sono completamente deserte; e costituiscono perciò l’ideale meta per chi voglia immergersi in un surreale silenzio e nella più profonda introspezione. I ricchissimi fondali marini sono l’ideale meta per sub, e la magia dei luoghi attrattiva per gli appassionati di vela. Al fine di tutelare la bellezza incontaminata di questi luoghi, conservare il silenzio tipico di una realtà estranea al chiassoso turismo di massa, nel 1980 è stato costituito il Parco Nazionale delle Kornati. Un’area di circa 35 km di lunghezza e 13 di larghezza, in cui sono comprese anche la parte meridionale di Dugi Otok, le isole di Purana, Pula e Samograd, caratterizzata da un’incantevole e surreale bellezza in cui sono conservate anche testuggini e fauna marina rara. Le isole dell’arcipelago si raggiungono a bordo di imbarcazioni private oppure con compagnie di traghetti dalle località turistiche di Zara, Sibenik, Murter e Biograd.
  • Zagabria: Capitale della Croazia, Zagabria si trova nell’entroterra, alle pendici dei monti Medvenica, a circa 150 km dalle rinomate coste. Una posizione geografica cruciale che, oltre a farne un crocevia per importanti scambi commerciali tra l’Europa centrale e l’Adriatico, permette ai suoi abitanti di ovviare alle calde estati afose, grazie alla relativa vicinanza alle fantastiche baie e spiagge del litorale. Il fascino di Zagabria, oltre che nelle sua eleganza mitteleuropea, risiede nella sua morfologia: si sviluppa infatti tra collina e pianura, dividendosi in Città alta (Gornji Grad) e Città bassa (Donji Grad). La prima, più antica, si trova sui colli Gradec e Kaptol mentre la seconda, del XIX secolo, si estende alle sue pendici sino al percorso della ferrovia. Chiese antiche e monumenti neoclassici si alternano così a edifici dallo stile più moderno e allo stesso tempo, strade e vicoli d’un tempo, lasciano spazio a circonvallazioni e tangenziali. Per cogliere la vera essenza di Zagabria è quindi doveroso inoltrarsi in lunghe passeggiate a piedi, ammirare i tanti monumenti e palazzi, ma soprattuto sostare in uno dei molti caffè delle vie cittadine. Zagabria è inoltre in grado di offrire le più svariate attrattive turistiche, legate tanto alla gastronomia, alla cultura quanto al tempo libero: oltre ai numerosi ristoranti e locali in cui assaporare i piatti tipici della tradizione locale, è spesso sede di grandi eventi musicali, cinematografici e teatrali. Ma non solo, le zone limitrofe, immerse nella natura e nel verde più incontaminato, sono garanzia di divertimento per gli amanti dello sci, delle escursioni in bicicletta e dei percorsi di trekking.
  • Laghi di Plitvice: nell’entroterra croato, a circa 150 km da Fiume, si trova il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice. All’interno di un paesaggio naturalistico mozzafiato, con foreste incontaminate e un ricco patrimonio di flora e fauna, ben sedici laghi disposti ad altezze diverse si alimentano l’uno l’altro attraverso delle cascate. Uno spettacolo meraviglioso e incantevole come dimostra la nomina a patrimonio mondiale dell’Umanità.
    e dell’Umanità.